Il programma di Svoltastudenti presentato alle elezioni studentesche del 2008

La storia, a volte, copia la fantasia dell’uomo. JLBorges

Vision

Il Politecnico di Milano deve raggiungere un livello di qualità pari a quello delle migliori università europee, sia in termini di didattica che di servizi offerti allo studente.

Obiettivi

  • Superare il sistema dell’associazionismo studentesco politicizzato aprendo la strada all’attivismo puramente studentesco sul modello delle STUDENTS’ UNIONS e i BUREAU DES ELÈVES, cioè le realtà studentesche presenti nelle migliori università del mondo che offrono servizi, organizzano attività culturali, sportive e sociali nonché tutelano i diritti degli studenti.
  • Strutturare una students’ union al politecnico, capace di proporre un nuovo modo di intendere la rappresentanza, orientato ad una nuova Università: eccellente nella didattica, efficiente nei servizi;
  • Garantire il pluralismo dell’informazione e dell’associazionismo studentesco, tutelando tutte le realtà, in particolare quelle non politiche
  • Orientare gli studenti verso un nuovo stile di vita, fatto di spazi riservati agli studenti e di occasioni di confronto;
  • Dare agli studenti un nuovo Campus: più vivibile, più efficiente, più piacevole
  • Sciogliere i nodi rimasti nella Didattica aprendo alla meritocrazia.

Programma:

  1. Un Nuovo modo di intendere la Rappresentanza
  2. Una Nuova Università
  3. Un Nuovo Campus
  4. Un Nuovo Stile di Vita

Un nuovo modo di intendere la Rappresentanza

In buona parte d’Europa e nel Nord America le associazioni attive in Università sono libere, indipendenti e PURAMENTE studentesche. Sono organizzate in STUDENTS’ UNION: offrono servizi, promuovono attività culturali, sportive e sociali garantendo la qualità della vita universitaria e tutelando gli interessi e i diritti degli studenti!

Questo è il nuovo modo in cui intendiamo la rappresentanza, senza ideologie né partitismi, ma fatto di STUDENTI all’opera per migliorare la loro Università.

Una nuova Universita’

Vogliamo un servizio di insegnamento di alto livello, degno della storia del Politecnico di Milano ed al pari delle migliori università!

Maggiore efficienza dei questionari sulla didattica e pubblicazione dei dati per docente.

Attualmente i risultati dei questionari della didattica sono inutili per gli studenti: sono pubblicati solo in forma aggregata [il massimo dettaglio è per corso di studi], non per docente e la vaghezza delle domande li rende inefficienti. Vogliamo che il giudizio che emerge dai questionari di valutazione sia palesato per valutare con trasparenza la qualità effettiva dei corsi offerti. Queste informazioni saranno preziosissime per ogni studente che potrà di conseguenza orientare adeguatamente il proprio piano di studi.

Accesso alle LS

Abolizione dell’automatica esclusione alle LS; ci attiveremo per adeguare il voto di laurea valido per l’ammissione automatica a 90 in tutte le facoltà.
Per tutti gli altri chiederemo la possibilità di sostenere un colloquio di ammissione.
Lavoreremo per scongiurare cambiamenti retroattivi delle regole riguardo all’ammissione alle Lauree Specialistiche.

TOEFL e certificazione di lingua straniera, attivazione corsi di Inglese

Proponiamo che il Politecnico rimborsi il 100% del costo del Toefl e che il rimborso avvenga entro un mese dal sostenimento.
Faremo in modo che ogni laureato triennale (soglia minima Toefl: 59/120) possa iscriversi alla Specialistica, salvo poi rifare il Toefl nei due anni per conseguire il punteggio eventualmente più elevato richiesto dalla Facoltà.
Lavoreremo per scongiurare cambiamenti retroattivi delle regole riguardo alla certificazione della lingua straniera.
Inoltre i corsi di inglese attualmente disponibili non sono sufficientemente adeguati, promuoveremo l’attivazione di ulteriori corsi, efficaci e per tutti i livelli di partenza.

Calendario degli esami più trasparente

Nelle Università d’eccellenza si conoscono con sufficiente anticipo le date d’esame e addirittura già il calendario accademico del 2008/2009.
Proponiamo che il Politecnico pubblichi le date degli esami almeno due mesi prima della sessione d’esame.

Svoltastudenti è contrario al salto d’appello poiché questo rappresenta un ostacolo inutile e non migliora la qualità della didattica, anzi la complica e la compromette.

Prove d’esame disponibili

Obbligo per i professori di pubblicare le prove d’esame degli anni passati. Nel caso i professori siano nuovi, allora dovrebbero mettere a disposizione dei fac-simile delle prove d’esame.

Nuovi regolamenti didattici

Svolta studenti si impegnerà affinché il nuovo decreto Mussi (che stabilisce il numero massimo di esami nella laurea triennale a 20) sia applicato al più presto ed in maniera tale da ottimizzare la qualità della didattica. Si vedano a proposito i programmi dettagliati per facoltà.

Maggior numero di corsi in inglese

Questo è quello che intendiamo per internazionalizzazione: un numero adeguato di corsi opzionali in inglese tenuti da docenti con padronanza della lingua.

Orario delle lezioni a partire dalle 9.15

Il pendolarismo è una realtà e crediamo debba essere tutelata anche in questo modo.

Un nuovo Campus

Costruiamo una università da vivere a 360° ed al servizio degli studenti 24h su 24: facciamo del Poli una realtà tagliata sullo studente!

Ripensamento del sistema di aule studio, palesemente insufficiente e frastagliato.

Svolta studenti propone un progetto generale ambizioso, che integri le piccole aule studio “locali” o di dipartimento. Questo perché il lavoro di gruppo, che non è più un’eccezione, deve essere tutelato adeguatamente con sale apposite e possibilmente con una grande aula studio centralizzata.

Per fare ciò chiediamo:

  • Apertura delle biblioteche dipartimentali fino alle 19.30.
  • Orari uniformati di tali biblioteche.
  • Al momento dello spostamento di Ingegneria Gestionale in Bovisa, apertura di nuove aule studio attrezzate con computer, piccole stampanti e fotocopiatrici a disposizione degli studenti.

Ripensamento sistema aule informatizzate, integrato nel sistema di aule studio.

La realtà è che ad oggi un computer ed un collegamento ad internet è essenziale per gli studenti di ogni facoltà.

Svolta studenti chiederà che venga potenziato il servizio di internet wireless già presente in modo che possa raggiungere ogni aula e le aule studio in particolare. Auspichiamo inoltre l’istituzione di una procedura semplificata per l’accesso alla rete.

Sistema bibliotecario più alla portata dello studente, integrato nel nuovo “sistema di aule studio”

Il nuovo sistema bibliotecario d’ateneo deve essere fruibile!

Per questo chiediamo uniformità delle regole di prestito per tutte le biblioteche e uniformità negli orari d’apertura delle stesse.

Svolta si batterà perché sia possibile controllare la disponibilità dei libri su internet e perché il prestito avvenga attraverso il nostro tesserino, senza dovere ogni volta compilare inutili carte.

Incremento delle prese del computer (L’università in ciabatte)

Chiederemo che il Politecnico fornisca un servizio di prese multiple, noleggiabili all’ingresso dell’edificio con deposito di un documento, per aumentare il numero di prese elettriche attualmente rarissime nelle aule del Poli.

Bacheche online

Il Politecnico di Torino ha eliminato definitivamente tutte le bacheche cartacee digitalizzandole.

Effetti:

  1. Via i migliaia di fogliettini che si sovrappongono, si confondono, si staccano, inquinano!
  2. Possibilità di consultare con calma da casa l’insieme delle offerte affisse sulla bacheca online, senza dover sgomitare e prendere appunti sotto la pioggia e girare per ore per essere certi di aver controllato tutte le bacheche!
  3. Razionalizzazione della bacheca: maggior facilità di consultazione dividendo gli annunci in diverse sezioni (es. Case, Eventi)
  4. Sviluppo di una sezione della bacheca che si occupi del servizio di Car-Sharing (pendolare è bello anche da solo, ma perché non condividere il viaggio e le spese col mio vicino che va pure lui al Politecnico!)
  5. Meno sporcizia! Tutto quello schifo qualcuno deve pulirlo,e quel qualcuno deve essere pagato con le nostre tasse!

Stampanti ad architettura

Vogliamo potenziare il Centro Stampa del Politecnico attraverso l’apertura di un centro stampa ad Architettura. La semplificazione dell’accesso al servizio è il punto di partenza per un servizio che funzioni.

Questo comporterà:

  1. L’invio della stampa attraverso la rete wireless del politecnico.
  2. La possibilità di ricaricare il credito stampe direttamente al centro stampa, o da internet, non più alla CLUP.

Servizio fotocopie

Chiederemo l’istallazione di fotocopiatrici fruibili con un servizio fai-da-te e con credito in comune con il credito stampe di ogni studente.

Deposito plastici e punto vendita materiale

Trovare luoghi protetti in cui sia possibile lasciare il proprio plastico. Inoltre, vista la quantità di materiale per plastici usata dagli studenti di Architettura, vogliamo creare un punto vendita per studenti, con materiale a basso costo.

Punto vendita libri usati

Svolta Studenti farà in modo di organizzare un centro di raccolta e vendita di libri usati, magari integrato con il sistema di bacheca online.

Pensiamo sia utile riutilizzare anche i libri smarriti che accumulatisi in anni possono essere una risorsa utile da mettere al servizio degli studenti.

Pacchetto software disponibile on line

Chiediamo di arricchire con programmi comunissimi fra gli studenti il database di software scaricabile gratuitamente dalla rete del Politecnico.

Dispense online

Nel caso di professori che mettano a disposizione dispense, Svolta Studenti propone che siano innanzitutto messe in rete, sul sito di corsi online e non più depositate solamente in copisteria.

Adeguamento dei Poliself

I sevizi offerti dagli attuali Poliself sono insoddisfacenti.

Chiediamo che sia sviluppato un sistema all’avanguardia e moderno per gestire i nostri dati e che siano sostituiti da veri e proprio computer che permettano maggiori funzioni.

Servizio prestito materiale tecnologico

Chiediamo che il Politecnico compri materiale tecnologico come ad esempio videocamere e macchine fotografiche digitali che possano essere prese a noleggio dagli studenti stessi.

Utilizzo in modo intelligente della risorsa rappresentata dalle 150 ore ed allargamento delle relative risorse economiche

Gli studenti sono una risorsa. Lavoreremo perché i 150-oristi siano impiegati per ruoli veramente necessari e contribuiscano ad offrire maggiori servizi (apertura biblioteche e aule studio, servizi stampe e copiatura…).

I 150-oristi non devono essere impiegati per lavori che potrebbero fare gli stessi impiegati amministrativi, regolarmente assunti e pagati dagli stessi studenti. Inoltre molti studenti, pur facendo domanda, non riescono ad usufruire delle 150ore: vogliamo allargare le risorse disponibili per consentire a tutti di beneficiare di questo strumento.

Un nuovo stile di Vita

Mobilitiamo la vita universitaria, apriamoci ad un Poli da vivere!Strutturiamo in quest’ottica una vera e propria Students’ Union capace di offrire servizi, opportunità, momenti di socializzazione a tutti gli studenti!

Campus aperto la sera e il fine settimana

L’università intesa come campus deve offrire servizi agli studenti anche al di fuori degli orari di lezione. Vorremmo vivere in un campus in cui sia comodo incontrarsi.

Servono spazi accoglienti in cui sia possibile restare a studiare fino a tardi la sera o in cui sia possibile incontrarsi con i membri del proprio gruppo senza invadere la casa di un malcapitato.

Punto ristoro con gli stessi orari del Campus

Un punto ristoro e un bar gestito da studenti potrebbe rendere vivo il campus anche la sera e durante i fine settimana. Perlomeno faremo leva perché i bar all’interno del politecnico chiudano alla stessa ora del politecnico stesso.

Ripensamento delle Partnership del Politecnico con le Istituzioni Milanesi

Non è possibile che in Germania gli studenti viaggino gratis sui mezzi pubblici, che in Francia abbiano serate con ingresso libero al cinema e a Milano siamo costretti a pagare le stesse tariffe di chi lavora!

Cinema

Quello che vogliamo è proporre a un Cinema di Milano una serata al mese in cui tutti gli studenti del Politecnico abbiano diritto a un ingresso ridotto (es. lunedì sera 2 euro invece che 7,5). Questo ci darebbe la chance di un ingresso al cinema più accessibile, di potere scegliere una prima visione piuttosto che accettare un film scelto da altri in Cineforum politicizzati e pagati con le tue tasse!

Teatro

Analogamente si dovrebbe strutturare la relazione che già si ha col Piccolo Teatro o con altri teatri della città : mai vista una locandina teatrale affissa nelle bacheche del Poli: non si fa promozione al teatro soltanto offrendo rari spettacoli di seconda fascia attraverso un’email che arrivi pochi giorni prima in una casella di posta, quella del poli, che molti non sanno neppure di avere!

Concerti

Potenziare gli accordi con la Scala e col Conservatorio ma anche col Rolling Stones o il MazdaPalace ed altre realtà analoghe.

Arte/Design

Estensione degli accordi con i grandi musei milanesi.

Mobilità studentesca: obiettivi più ambiziosi

Promuovere la mobilità all’estero con maggiore convinzione.

Per quanto riguarda la Facoltà di Architettura, esigiamo regole chiare per le graduatorie del Progetto Erasmus.

Per tutte le facoltà, riteniamo sia essenziale una semplificazione dei complessi vincoli imposti al piano di studio di chi fa esami all’estero.

Feste in università e vita nel campus

Vogliamo promuovere momenti di socializzazione che permettono agli studenti di vivere l’università a 360 gradi.

SVOLTA STUDENTI.
Tutti gli studenti.
Tante le idee.
Molti i progetti.
Un nuovo Politecnico.