Commissione "Erasmus" Mobilità Internazionale - Buone Nuove 2013/14

  • Fabio Frassini

SVOLTASTUDENTI SUL TAVOLO DI REVISIONE DEL REGOLAMENTO PER LA MOBILITA’ INTERNAZIONALE

Dall’anno accademico 2013/2014, il bando per la mobilità internazionale, a seguito di una revisione di forma dovuta a molteplice criticità, cambierà struttura.

Ecco le principali novità:


Ogni Scuola Nomina Una Commissione Mobilita’ Internazionale

Che avrà il compito di garantire l’efficienza del progetto formativo internazionale, verificando mete di destinazione, stabilendo criteri di ammissibilità e selezione, garantendo maggior trasparenza

Assunzione della scala europea dei valori ects per la convalida dei voti degli esami svolti all’estero

Ogni scuola dovrà, prima che lo studente parti, comunicare la scala di valori di conversione del voto preso nella università ospite

Riformulazione criteri di ammissione e selezione scuola di architettura e societa’

A valle di molteplici criticità, si è deciso di introdurre valori analitici per valutare le candidature della scuola di Architettura e Società.

Per le scuole di ingegneria, creazioni di piani di studio standard preventivamente approvati

Questa facilitazione è dovuta al fatto che vi è un gran numero di studenti selezionati che rinunciano al programma per mancanza di esami da convalidare nella scuola ospite.

Ed ecco a voi il perchè delle scelte che abbiamo fatto:

SvoltaStudenti nasce dal sogno di un gruppo di studenti, che 5 anni fa si trovarono concordando su un fondamentale punto: un’università meritocratica.

La meritocrazia premia le persone di talento, persone che raggiungono risultati di eccellenza , senza discriminazione di provenienza sociale, garantendo pari opportunità e possibilità, attaccando privilegi della nascita e nepotismo.

L’origine del termine meritocrazia, fu coniato da Michael Young con la celebre “Equazione del merito“:I + E = M , dove I sta per intelligenza e la E sta per effort, cioè lo sforzo, l’impegno.

Con questa lente di ingrandimento è stato messo sotto revisione l’attuale regolamento di mobilità internazionale (ora lo trovi su http://www.polimi.it/studenti/fai-unesperienza-allestero/progettidimobilita/ ), che regola gli scambi tra studenti nelle varie università del mondo con cui il_ Politecnico di Milano _intrattiene scambi.

Per garantire una maggiore efficacia del regolamento, la Commissione Didattica, nella seduta del 10 luglio, ha deliberato di costituire un gruppo di lavoro composto da Direttori CCS, responsabile reti internazione Giancarlo Spinelli, Responsabili uffici amministrativi, Responsabili area servizi agli studenti Assunta Marrese ed  i rappresentanti degli studenti.

L’obbiettivo di questo gruppo è stata la riorganizzazione e la trasparenza nei meccanismi che ogni anno permettono a 1200 studenti di compiere un esperienza all’estero.

Nel corso delle varie riunioni abbiamo sottoposto a questo tavolo, dopo aver raccolto dei pareri dagli studenti, dei quesiti e delle problematiche, da cui sono emerse alcune criticità specifiche per ogni singola scuola.

In sintesi le principali osservazioni:

  1. Nelle scuole di Ingegneria, si è notato un alto tasso di abbandono tra i selezionati a causa dei problemi che derivano dalla corrispondenza tra il piano di studio Polimi e il piano di studio delle università ospitanti.
  2. Nella scuola di Architettura e Società, la selezione è definita tramite la sola valutazione del portfolio da parte del professore referente, problematica che risulta essere legata al confronto tra il nostro tipo di insegnamento dell’architettura e quello della università ospitante.
  3. Nelle scuola del Design, la convalida degli esami fatti all’estero viene ricontrollata prima di essere definitivamente approvata.

In parallelo, durante la seduta di Senato Accademico del 17/12/2012, veniva sottolineata l’opportunità di “stabilire e pubblicare regole più chiare per stilare la graduatoria degli ammessi per le Scuole di Architettura e del Design proponendo nuovi criteri di selezione, ad esempio :
-valutazione Curriculum Accademico (55%)
-esame del portfolio (35%)
-propensione allo scambio (10%) 
….

Il Presidente esprime apprezzamento in merito alla validità di quanto segnalato ma propone di mantenere per l’A.A. 2013/2014 il Bando nei termini sopra esposti, riservando la possibilità di contemplare in sede di stesura dei Bandi per i successivi anni accademici i suggerimenti esposti e sottopone quindi all’approvazione del Consesso il Bando in oggetto.”

Da tempo noi di SvoltaStudenti riceviamo lamentele relative ai criteri di selezione di alcune scuole e per questo crediamo che alcuni dei processi possano essere migliorati, per esempio, dando più peso alla carriera didattica ed agli elaborati, fondamentali per il processo di selezione.

Crediamo che la valutazione assegnata dai professori in prima istanza non debba essere più sottoposta a successive valutazioni, questo permetterebbe di snellire la pratica burocratica e rendere ancora più trasparente ed inappellabile la selezione ad una esperienza ormai considerata quasi fondamentale per la carriera universitaria.

WELL DONE SVOLTA!